Archivio

Archivio Novembre 2004

…i miei occhi come il mondo…

30 Novembre 2004 1 commento


nei viaggi della vita ho visto posti e convogli di luce tali da segnarti il cuore.
non è facile dimenticare, il cielo d’africa, con quell’apoteosi di colori, è proprio durante il mio viaggio in africa che scelsi il nome di ultijmo proprio come il tramonto, quell’apoteosi di colori che culmina nel buio della notte…
oggi pongo il cielo africano durante un tramonto…
sicuramente il piu bello che io abbia mai visto…

Categorie:On the road Tag: , , ,

…il mio cuore nel cuore….

29 Novembre 2004 1 commento


…correndo verso, la solita stella, nell’idiosincrasia del mio amore, ormai perduto per sempre, mi rifuggiavo tra le lacrime amare di una donna, ogni notte perdermi tra il cuore, le labbra, le braccia, la pelle, l’anima di una vita diversa, senza capire se fosse stata più forte la voglia, di fuggire da un maledettissimo dolore, o quella di sentirsi libero di amare…
Non sempre le serate erano allegre, mi sentivo sempre più solo, senza amici, nè persone con cui parlare, gironzolare per una città piena di luci ma deserta di speranze, arida di contenuti, di emozioni, di sensazioni…
a cavallo di una moto rumorosa ed assente…di corsa verso la mia vita:

come un freccia,
vorrei trapassarti il cuore,
sensazione di potenza mentre lentamente
attimo per attimo rompo ogni tuo vena pulsante
il sangue che mi invade l’anima,
il terrore della morte,
non vedere,
solo buio,
ed accorgerti che ogni tua sensazione svanisce,
niente dolore,
una piccola fitta,
e poi l’amore,
gli occhi pieni,
luce soffusa ma intensa,
brillante armonia di colori…
amore unico nel cuore,
nell’anima,
nella mente,
cuore nel cuore,
fino all’amore….

Categorie:Argomenti vari Tag:

Ogni attimo…

29 Novembre 2004 2 commenti

Ogni attimo parrà eterno e l’eternità’ sarà in noi ? accarezzando la tua pelle scoprirò ciò che e’ mio … innarchero’ la schiena e vibrerò ai tuoi baci …
mi appoggerò li in fondo in fondo … dove nessuno può arrivare senza che io ti guidi …
accoccolati li tranquilla, fatti pastrugnare,
fatti guardare, fatti amare …
li in fondo al mio cuore, dove la luce fa fatica ad arrivare, dove sono nascoste le mie verità … quelle che nascondo al mondo,
quelle che non ho la forza di raccontare … stai così, e non chiedermi perché tremo,
stringimi forte….

Categorie:Internet Tag: ,

non dire mai

24 Novembre 2004 1 commento


Non dire mai

adesso vi butto fuori
vi caccio da casa mia senza dirvi una parola
voglio restare con la mia donna sopra una montagna
vivendo di amore di pane e castagne
e no cazzo ! mi fotto dalla paura !
non è un sentimento, è una condizione naturale.
mi ammazza la fretta, mi ammazza la città
voi correte, correte…ma non sapete dove andate….

il sistema mi consuma
sinceramente dico che mi fuma il cervello
sono libero di pensare libero di camminare
ma alla fine è la coscienza quella che voglio conservare.
non dire mai , che l’anima non si fa trovare.
non dire mai, che la roba vecchia è da buttare.

me ne fotto della cultura, anzi questa cultura di
arrivismo mi fa solo paura
se mi prendi un macchinone bello grosso
dico al limite lo vendo dato che mi farebbe schifo guidarlo.
catene mai
libero vai
non dire mai

e poi…se vuoi parlare di amore
so benissimo che è uno sballo ma ci vogliono i colori
se vieni qui con un troione della televisione
dico minchia che bona, ma tu non ci entri con l’amore
orgasmometro innestato grande sogno malibu’
scassamento di coglioni, abbassamento della virtù
questo è il mito costruito sull’immagine e l’età
e la gente più la fotti , più la sfrutti e più ci sta….

adoro qs brano dei Panta Rei…..

Categorie:Argomenti vari Tag:

…verso la luce…

22 Novembre 2004 Commenti chiusi

in un giorno di guerra, senza sole con alle spalle kilometri di strada bruciata, nel cuore i ricordi degli amici, nella mente la paura di morire, correvo verso una speranza , verso un confine i miei compagni di viaggio, un cane, quattro stracci e delle scarpe rotte…
erano giorni che non mangiavo da lontano rombi, raffiche, scoppi…
ero in viaggio verso il mio destino verso una vita nuova…
quando chiedevo cosa si provava quando ti sparano…
niente un forte pizzco un breve bruciore…
….lì di corsa quando potevo verso la luce….

Categorie:On the road Tag: ,

…e ricomincia la mia vita

22 Novembre 2004 Commenti chiusi

Ho ricominciato la mia vita, con tantissimi dubbi, moltissime incertezze, con la voglia di riconoscermi, ho ripreso le arti marziali, stavolta non solo come arma per difendermi dal mondo, ma per conoscermi dentro ?
imparavo il linguaggio del corpo, la respirazione, se chiudevo gli occhi riuscivo a fermare il cuore ? non combattevo più per aggiudicarmi il primo posto, solo per passione, solo per amore ?
Durante un torneo, il mio avversario una donna ? sembrava uno strano scherzo, il mio destino ? ritornavo alle sfide ? e lo sfidante una donna ?

Mary ? un carattere forte, dolce quanto bastava ? dura nei lineamenti ? pura come il sole ? non fu per niente amore ? anzi lei odiava il mio modo sfrontato di accostarmi alla vita ? era difficile intraprendere una nuova storia ? i ricordi erano sempre vivi ? quella cicatrice sembrava sempre volesse riaprirsi sempre ? avevo troppe volte chiuso le porte del cuore ? non riuscivo proprio a riaprirle ? però Mary mi piaceva, aveva quel senso di duro che mi aveva sempre attratto ? mi aiutò tantissimo ? otto anni vissuti ? otto anni speciali ?
La nostra relazione era qualcosa di diverso ? era si amore, ma riuscivamo a stare lontani, uniti dalle emozioni, ma liberi di sentirci veri ? naturali ? lei voleva che io fossi quello che non ero o meglio quello che non riuscivo più ad essere ? tra noi ci sono state anche tantissime botte ? le litigate a casa mia ? quante cose rotte ? quanti pianti ? mi sono sempre difeso dalla sua aggressività ? non sono riuscito quasi mai a darle un colpo durante le volte che litigavamo ? ricordo una volta fu la sera più tormentata che abbiamo mai trascorso ? ne porto ancora il segno sul polso, una cicatrice piccola, il mio sangue ?
In quel periodo non riusciva proprio a comprendere le mie fragilità ? era cambiata ed anche tanto ? come sei tutto ciò che eravamo riusciti a costruire assieme fosse svanito nel nulla ? non esisteva più il romanticismo ? si era calato un velo sui nostri dialoghi ? rientrava sempre più tardi ? continuamente nervosa ? non aveva attenzione ? sempre distratta ? sempre stanca ?
Pensavo che era il periodo in cui avesse più bisogno di me, il cambiamento del suo modo di vivere, eravamo andati a vivere assieme, dividere i suoi spazi con me, i suoi momenti ? cercavo di essere il più presente possibile, ma non cambiava nulla, anzi le cose peggioravano sempre di più ? quella sera fu la litigata più tragica che avessimo mai affrontato ? volò di tutto ? anche le nostre foto ? anche un mio schiaffo ? e la cicatrice che ho sul polso ?
Mi cacciò via, mi disse che non vi aveva mai amato, che era solo pietà e paura che potessi farmi del male ? lei viveva già da tempo negli occhi e nel cuore di un altro ? era inutile continuare ? la casa la conoscevo ? la porta sapevo dove si trovava ? dovevo solo andare via ? nessun ?altra parola ? nessuno sguardo ?
Solo una forte fitta al cuore ? un altro dolore ?
Che destino di merda ?
Di nuovo fuori dalla vita ? stavolta per una scelta ? di nuovo solo ?
No rividi più Mary ? né ritornai a riprendere le mie cose ? ho saputo qualche tempo fa, che vive felice con le sue due gioie ?
Ecco il secondo graffio profondo sul cuore ?
Oggi sono una persona felice ? cerco di regalare la felicità anche agli altri ? o comunque a chi ne ha bisogno ? non mi innamoro più ? o meglio non riesco più a farlo ? regalo le emozioni con le parole, con gli sguardi e con i sorrisi ? cerco di farlo il meglio che posso ?
Sono un angelo ? forte, senza paura, non ho paura di morire, conosco i miei limiti, e le mie paure ?
Adoro il mare, il mio compagno di sempre, il mio confessore, amo il vento, riesce a darmi il senso di vita, credo nella libertà e nei valori umani. La libertà di pensiero, di vita, è solo sentendosi liberi dai propri pregiudizi che si è felici, non bisogna avere paura di fare le scelte, non è responsabilità come vogliono farci credere i servi del sistema, è solo libertà di essere ?
Oggi voglio uscire scalzo, senza vestiti, coi capelli lunghi al vento, senza trucco, senza vergogna ?
Vivo con i miei ideali, con la foto del ?Che? appesa al muro la sua bandiera come drappo sulla scrivania, il suo inno sul cuore ?
Le mie proteste, i miei mille amori, ogni donna un amore diverso, la mia sfrontatezza, la mia sicurezza, i miei sorrisi ?
Oggi vivo perché amo ?

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Ciao dolce I.

19 Novembre 2004 2 commenti


Fu una grande storia la nostra, sublime, fatta di sensazioni, di sfide continue, di sorrisi, scrivo ascoltando la nostra canzone (Romeo and Juliet ? Dire Straits) e ancora ricordo quando facevo lo scemo e lei rideva come una pazza ? e le pizzette mangiate al volo ? tra una lezione e l?altra ? le lezioni nel cinema ? le sbronze per gioco ? i libri lanciati appresso ? i suoi capelli come il carbone dappertutto ? le notti insonni ? le incazzate e le urla di gelosia ? e le corse in moto ?
Le serate intere nella camera di Nico ? che ce la prestava solo se non ci facevamo sentire dalla padrona ? e ad amarci fino al mattino ?
Le domeniche passate a studiare sull?esame di diritto ? dove mi sembrava tutto una cazzata ? poi lei con un sorriso ? ?? ci facciamo un caffè ?? e si ricominciava ?
I soldi che non bastavano mai ? ora un libro ? ora le tasse ? poi una festa ? le sigarette ? la benzina ? i miei non sempre riuscivano a passarmi tutto, mio padre poi non lavorava sempre, di continuo ? le corse in moto ? ho sempre vinto ? le mie corse ? tranne quella sera ? maledettissima sera del 9 luglio ? maledetta, indimenticabile ?
I rombi dei motori belli caldi ? quella sera contro Ivana mi chiesi di non andare ? era lì con me ? io con lei ? io ed “I.” ? si parte ? la corsa ? poi ? il volo ? lo schianto, solo per essere il numero uno ?
…ed ora piango ?

Tornai a casa, ero solo cattivo, non avevo più il cuore, tornai sconfitto, poi la decisione ? mollare tutto ?

Per “I.”:

Non ci saranno né ricordi, né spazi ?
nulla colmerà il tuo vuoto ?
ho il cuore a pezzi ?
l?anima ormai volata in quel volo ?
l?ultimo tiro ? un po? del tuo fumo ?
non posso più dimenticarti ?
l?abbraccio tenero ?
il bacio ? le labbra ?
che vinca il migliore ?
ti aspetto al traguardo per darti il mio premio ?
neanche più perdonarmi ?
piango ai tuoi pensieri ?
leggera tra gli occhi,
come un fantasma ti avvicini al mio cuore
ogni volta che non ho luce nella mente.
Sento di impazzire, dove sei?
Non ho mai cercato il perdono mi manchi troppo ?
da troppo ?
Scusami se piango ? ma non posso ?
Ciao dolce I. scusami se piango ?

Scomparvi completamente dalle scene ? ero ormai un uomo cambiato ? restavo ore intere in silenzio ad ascoltare solo le voci di dentro ? Ivana mi manca tanto ? cominciarono così i 6 mesi dell?inferno ? ogni giorno vivevo come se dovessi morire ? spesso mi risvegliavo in un letto qualsiasi ? vicino ad una donna qualsiasi ? senza ricordare neanche come o perché o un piccolo dettaglio ? ogni volta la stessa storia scappavo ? senza lasciare tracce ? via incontro ad un?altra vita da cercare ?
Avevo perso la mia misura, non conoscevo più i miei limiti, non avevo le mie paure, stavo diventando pericoloso, ero un animale rabbioso ?
Un uomo senza limiti non può vivere ?
Non abbassavo gli occhi davanti a nulla e a nessuno, avevo paura d?amare ?
Accettavo qualsiasi sfida ? nulla era impossibile ? vivevo come la luna, di luce riflessa ? solo di notte ? nessuno poteva fermarmi ?
Mi sentivo immortale ? costretto a vivere una vita che non era mia ? rinchiuso nel tempo ? cercavo l?immenso ? vivevo su quel filo di seta ? se si fosse spezzato ? e quante volte ho provato a spezzarlo ?
Decisi di andare via di casa ? di nuovo ? stavolta però sapevamo bene sia io che mio padre che sarebbe stata l?ultima ? sicuramente non ci saremmo più visti ? ricordo quella sera ? quando mi chiese di stringerlo forte ? aveva la voce rotta dal pianto ? sapeva bene che non sarebbe riuscito a fermarmi ? la rabbia era troppa ? scappavo di nuovo da tutti ?
Nel mio viaggio nel mondo ho visto posti fantastici ? e gente normale ?

Conobbi un Guru ? fu lui a tagliarmi l?anima ? squarciò la mia vita ? mi rese uomo ? mi fece riprovare le paure ? lo odiavo ? mi fece uscire fuori dal mio tempo ? spezzò quel filo di seta ? mi fece crollare giù ? in caduta libera sempre più forte ? il vento mi strappava la pelle ? uscivano le lacrime amare dal mio cuore ? giù sempre più giù ? nel profondo ? ancora giù nel buio ? ormai stava finendo tutto, ero finalmente vicino alla morte ? aspettavo con ansia l?impatto senza la rete volevo provare il dolore della fine ?

Quando toccai terra ero cambiato, terrorizzato, avevo paura, volevo piangere, lo feci, piangevo per essere vivo, di nuovo vivo, riconoscevo i tramonti, rivedevo i colori, mi ribatteva il cuore, ero cambiato ?
Volevo imparare da lui ad essere felice ? a donare la vita ? volevo sapere come era riuscito a ridarmi il sapore delle cose, i gusti del cibo, la sensazione di libertà, le mani non mi tremavano più, non volevo più quella sensazione di amaro di quelle sigarette, non desideravo le boccate di fumo, non ero morto ?
Il mio unico rancore ? non ero ancora morto ?
Mi portò un giorno sotto un grande albero ? intorno tutto deserto ? il silenzio puro ? se fossi riuscito ad aprire la mente, il cuore e l?anima, avrei sentito i guerrieri indiani combattere, avrei sentito la vita ? avrei capito il senso della mia vita ?
Restai tre giorni interi, da solo, sentivo solo la voce di Ivana ?
L?ultimo giorno, gridavo forte dal dolore ? piangevo e gridavo ? e più gridavo e più piangevo ?
I miei singhiozzi furono interrotti da un suono muto ? ero nel mezzo della battaglia ? ero un guerriero indiano ?

Quando riaprii gli occhi e rividi la luce ? ritrovai mia madre accanto ? a quel letto ? pregava ? non so da quando ? pregava ? mio padre ? la barba lunga gli occhi gonfi ? stanchi ?
Ero vivo ? cambiato e vivo ? ero un guerriero indiano ? vivo ? di nuovo vivo ?

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Leggendo Dentro

18 Novembre 2004 1 commento

Soddisfarmi ?
forse questo è il cruccio della mia vita …
questa insoddisfazione perenne che aleggia dentro me ?
vivo, rido, lavoro, gioco, credo di amare, ballo, le persone mi stimano, faccio il mio lavoro come pochi sanno fare ?
eppure dentro vorrei continuamente fuggire lontano ?
in un luogo dove poter andare scalzo ? senza questi vestiti che sono obbligato a mettere,
senza questi grazie e prego che sono costretto a dire ?
fare l’amore fino a sentirmi esausto, rotolarmi, sporcarmi, mangiare con le mani ?
essere triste senza paura che gli altri lo scoprano ?
essere felice perché mi sento vivo? abbandonare tutto questo superfluo che mi porto addosso, perché “la società questo chiede” ?
sentirmi animale e vivere in quanto tale ?
non dover celare i miei sentimenti al mondo, non dover nascondere le mie paure per non farmi calpestare ?
buttare via questi coglioni che ho rubato anni fa ad un uomo che non sapeva che farsene ?
essere maschio, uomo, donna, padre, madre, figlia, amante, bestia ?
truccarmi del mio io solo per gioco e non per copione …
bere sbrodolandomi tutto ?
passare il dorso della mano sulle labbra ?
annusare l’aria e riconoscerne l’odore ?
E se potessi decidere adesso andrei a vivere in Polinesia, a piedi scalzi, senza vestiti fastidiosi ?
ma i “se” sono irreali e traditori!
Quindi sono qui, pezzi di cuore, un po’ d’anima, molte parole …
ho pagato a rate per non sentirne il peso ?
goccia a goccia ?tutto il mio sangue!
E’ come essere al settimo cielo e camminare su un filo ?
se Eolo si sveglia male tutto a puttane, un soffio di vento e giù ?
e la rete non c’e’ e quando sbatti per terra fa male!
Sorrido sornione alla mia vita, sono sereno adesso ?
piacevole sensazione ?
e vivo ?
i miei nuvoloni mi proteggono ?
e vivo ?
domani il vento potrebbe cambiare
forse con la stessa voglia e
per lo stesso motivo per cui ora racconto di me?

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Dedicato agli eroi….

12 Novembre 2004 1 commento

Ho modificato una poesia già scritta ….

I corvi volano via
fuggono lontano …
non ritorneranno, lo so!
La mia anima vi cerca
il mio cuore urla

E non so dirvi altro,
e ho paura di non dirvelo abbastanza,
e ?

Ascolto:
le risate,
le parole,
i silenzi,
le lacrime?

Aspetterò ? aspetterò ?
Vi aspetterò ?,
per corrervi incontro come la prima volta!

Categorie:Primo piano Tag: , ,

In viaggio sulle strade della mia vita.

9 Novembre 2004 2 commenti

…correndo verso i sentieri on the road dei miei pensieri, ho incontrato l’unica passione per cui vale la pena vivere…

perdersi negli occhi di una donna…
per non aver il rimorso di non aver saputo amare…
correre verso quel calore ormai spazzato come una foglia dal vento in tempesta…
Ricorderò sempre, il gusto amaro delle Malboro dopo quella birra fredda, e poi subito in moto incontro al mio destino, erano le sensazioni di libertà, o solo la voglia di fuggire, scappare dal dolore maledetto.
Riecheggiano ancora i rombi dei motori, in quelle corse infernali, quando avevi la gloria per essere il primo, il migliore, sempre più forte, sempre più veloce, nessuno davanti, solo tu e la tua anima ?

Categorie:On the road Tag: , , , ,