Archivio

Archivio per la categoria ‘Musica’

le parole di oggi….

18 Maggio 2006 4 commenti


oggi sarebbe stato il nostro giorno….
e ti avrei detto molte cose,
e lo sai quanto è difficile parlare per quelli come noi …..

ti avrei detto…..

ciao tesoro,
che bella che sei,
lucente come il sole
dolce come il miele,
che bella che sei….

e ti avrei baciata….
tanto tanto….
avremmo passeggiato mano nella mano,
avremmo riso l’uno dell’altra,
avremmo giocato e snobbato tutti….
poi ancora baciati….
e ti avrei detto di me
tutto quello che neanche io so….
ed avrei parlato….
riso…..
i nostri sguardi…..

e poi

che bella che sei…..
splendente come il sole…..

avremmo atteso il tramonto…..
dalla parte più dolce…..

e tra i pensieri già mi manchi….

tutto di te…..

tutto……

che ti amo lo sai vero…..
non scordarlo mai…..

Lu.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Per Simo….

23 Gennaio 2006 1 commento

Dedico questo post a Simo…..
perchè sei il mio cuore…..

E’ femmene ‘so comm’è stelle
Si te pierde l’è guardà
ce n’è stanno a mille a mille
piccirelle so scintille
‘ca pazzeano miezz ‘o fuoco
e perciò nun ‘e può acchiappà
se l’affierro ‘e fai stutà
lass’e sta, lass’e vulà…
po te cuoce, te fai male
e ‘chu chi ta vuò piglià
se sapisse comme è belle
a vedè ste lampatelle
ca se specchiano dint ‘a lluocchie
e chi è sape accarezza.
Una è lloro è a stella mia
pecchè quando a notte
è scura e stu core s’appaura
pare comme se a sentesse
c’a me dice:

… aizza a capa,
siente addore,
guarda ‘ncielo,
e stai sicuro
ca jo stong sempre ca….

mi manchi …..
Lu.

Categorie:Argomenti vari Tag:

buonanotte amore mio….

18 Gennaio 2006 1 commento

…eccomi in un attimo di calma, senza le voci attorno, senza luci nè musica, eccomi fermo a guardare dalla finestra, di fronte due ragazze che ascoltano musica, un fulmine squarcia il cielo, piove inverosimilmente, mentre tuffi del cuore mi ricordano di essere vivo…
la mia nuova stanza è un po arrangiata, alla meglio in attesa di fuggire via da questo buco, ma forse fuggire è naturale per chi non sa affrontare le situazioni, meglio dire in attesa di andare a rivivermi la mia vita… quella con la libertà di sempre, quella senza orari, ne comandanti…. la vita che mi sono costruito col coraggio e la paura di chi non sapeva amare…..
da qui non vedo la città non sento la gente, non c’è Zagor che si diverte sotto l’acqua che scende dal cielo, come lacrime dolci di un sorriso infinito…
stasera la casa è vuota non c’è nessuno, ho ordinato una pizza che arriverà fredda….
così ridurrò la mia cena in una pizza fredda ed una birra calda….
proprio come piace a me….. godrò degli attimi di solitudine e mi divertirò facendo zapping …..

ed allora un tuffo nel mio presente prima di sparire in qualche ricordo….

Buonanotte amore mio,
che la nostra notte sia intensa delle nostre anime,
dirti che mi manchi è poco,
dirti che vorrei stare con te è….

che la nostra notte sia dolce come le notti d’Africa….

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Non ti ho mai detto…..

4 Gennaio 2006 4 commenti

IO INVECE NON TI HO MAI DETTO CHE……

ogni notte desidero di stare con te….
non c’è giorno che non dedico un dolce pensiero a te….
non c’è momento che mi tenga lontano dai tuoi pensieri…
non c’è donna che possa arrivare a te….
non c’è danno che io non rechi al mondo se non per te….
non ci saranno altri cuori che mi terranno dentro…
non ci saranno altre parole che mi troveranno pronto….

non ti ho mai detto che stavolta credo proprio di essermi perso,
potrei perdermi tra le tue labbra,
tra i tuoi baci,
tra i tuoi pensieri,
non ti vrrei mai diversa,
non ti vorrei mai di un’altro,
non ti vorrei in un’altra vita,
ti vorrei mia,
mia,
mia,
ti vorrei snob e bionda,
ti vorrei perdendomi tra il mio mare….

non ti ho mai detto che ti vorrei…. ora….

La mia buonanotte per te,
con i miei silenzi,
i miei sguardi,
con le parole
che non ti ho mai detto,
la mia buonanotte sussurrata, addolcita, irriverente
come sempre, mentre osservi addormentarti negli occhi tuoi, la mia buona
notte speciale, quella che da un senso ai giorni, quella africana, calda
e senza vento, la mia buona notte per te…

che la Luna oggi sia la nostra luce,
sia piena di noi,
delle nostre voci che non ci bastano,
che la Luna sia l’aria che respiriamo,
il pensiero che sogniamo,
il sogno che viviamo,
e se domani svegliandoti
un raggio di sole ti riscalderà il cuore,
sarà il mio sguardo più dolce….
il mio profumo più intenso…
la mia parola più vera…
il mio cuore … per te…..

Categorie:Argomenti vari Tag:

La notte di ultijmo

28 Dicembre 2005 3 commenti

Sai Simo tu sei l’unica a non chiamarmi ne Lu ne ultijmo,
e sei l’unica a cui dedico la mia buonanotte tutte le sere….
questa volta ti dedico la buonanotte di ultijmo guerriero africano di sempre…..

metti in sottofondo la nostra canzone….

…mentre il sole si spegne tra i monti d’africa per riaccendere il giorno ion qualche cuore lontano dedico il mio pensiero notturno, sussurrato e sempre caldo, con la voce roca che stasera un po mi ritrovo….
tra una birra ed una boccata di fumo ripenso alle corse che avrei voluto fare, a quanta gente mi avrebbe voluto fottere, ed a quanta ne ho fottuto, …
tra il gusto amaro dei miei ricordi ti dedico un dolce pensiero che non sia mai cattivo….

… occhi dolci in cui voglio sprofondare per sempre,
per non avere freddo,
per non avere paura,
per non difendermi dal mondo,
occhi dolci in cui voglio perdermi,
in cui non ho voce se non la tua,
occhi dolci che mi riempiono il cuore,
senza battiti,
solo forza….
occhi dolci per questa ntte miei,
per questa notta amanti perfetti,
per questa notte zingari del mio cuore…
per questa notte….
tra i mei occhi….

che il buoi non sia tenebroso,
non sia faticoso,
non sia doloroso,
che il buio sia dolce come i mei baci….

notte africana…..

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

… il più bel dono…

20 Dicembre 2005 2 commenti

non ho mai ricevuto regali di natale belli come quello di quest’anno, il più bel dono che io abbia potuto avere nella mia vita…

Credo agli angeli che arrivano per insegnarci a disegnare i nostri passi nel mondo, oggi disegno la mia via come voglio e dedico queste righe al mio angelo…

Sei il più bel dono che abbia mai avuto…
hai cambiato il mio cuore…
oggi è diverso…
tutto il mondo sorride un po di più…
anche nei miei silenzi ci sei…
lascio aperta la porta del tuo angolo triste…
so che entrerai senza rumore…
non ho mai avuto un dono nella vita…
c’è sempre una merce da scambiare…
con te nulla…
solo la voce che mi riempie i vuoti dell’anima…
solo i battiti che mi riscaldano dal freddo…
solo le tue dolci risate…
ed ora una foto che mi lega ad un mondo di noi…
mi manchi sai…
mi manca la tua voce…
le tue mani…
il nostro mare che ci aspetta…
ed un domani che non farà più male…
sei il più bel dono che io abbia mai avuto…

e questa è la mia buona notte sussurrata, mentre dormi da sola, appoggia per un attimo la testa sulla mia spalla, ed io mi perdo nei tuoi occhi chiari come il mio cuore, per non tornare a questo freddo che mi fa sentire solo, ti stringo per non perderti come ho già fatto una volta, e non piango se mi manchi, non dormo se non ci sei…
e vorrei…. molte più cose….
ma questa è la nostra vita….
e mentre il nostro amore si divide….
le stelle quelle buone vegliano sulla nostra buona sorte, che sia per sempre…

notte africana vampiro…

Categorie:Argomenti vari Tag:

Caro Babbo Natale.

12 Dicembre 2005 3 commenti

Caro Babbo Natale,

innanzitutto ciao, ti sembrerà strano che ti scriva oggi.
A 26 anni di distanza dall?ultima lettera, è da parecchio che ormai non credo più né a te né a nessuno, ti ricordi quel natale, ero a casa dei nonni, perché Do. Stava male, ti ricordi? Ti ho aspettato sveglio fino a notte fonda, e poi quando mi sono alzato ti ricordi dove eri?
Sotto le coperte con la zia, ed i tuoi vestiti a terra, sparsi nella stanza?
Mi crollò il mondo, è da allora che non ho creduto più nei miti e ne gli eroi, e da allora che allontano tutti quelli che mi considerano un punto di riferimento, perché come te, non esistono né miti né eroi, esistiamo solo noi e la nostra vita.

Allora ti chiederai perché, sono qui a scriverti?

Bella domanda sai, ti scrivo perché vorrei chiedere un po di cose, e siccome io, non credo a nessuno, mai due giorni nello stesso posto, quando entro in un locale studio le mie cinque via di fuga, non riesco a dire ti amo se non per staccarmi da chi mi sta vicino, non scappo mai lo sai, non chiedo mai, e non cerco se non per rubare e sbranare un?anima, e poi via come sempre nella mia notte, ma ora ti scrivo perché forse tu puoi esaudire qualche mio piccolo desiderio, perché abbiamo un conto in sospeso, e perché cazzo sei Babbo Natale.

La prima cosa di cui ti voglio parlare è di mia madre lo sai oggi viviamo lontani, lei sarà via per sempre, e mi manca e non riesco a parlarne con nessuno, vorrei che tu le mandassi un angelo per proteggerla e non farla sentire sola, per darle forza, e regalarle un sorriso tutti i giorni finchè, avrà la voglia di sorridere, mi manca sai, e sai anche che senza di lei non sarei più io, si ci sentiamo ma la voce non basta? e non dirmi di andarla a trovare lo sai che farei la fine dell?altro anno, quando ho lasciato tutto e tutti perché mio padre?. Lasciamo stare?.

Ti chiedo anche un piccolo angelo per lui, perché possa stargli vicino sempre?.

Poi ci sono molte persone per le quali ti chiedo un angelo, solo perché sono care al mio cuore? non te le nomino loro sanno di esistere nella mia vita? sempre?.

Vedi in questo periodo divento cattivo, mi chiudo dentro, ho già sbarrato di nuovo il mio cuore, le vetrine illuminate, i regali, la gente e la musica bella, e non ho una mano da stringere, non ho due occhi da affogarci dentro?

Ti chiedo un altro angelo, caro Babbo Natale, lo voglio regalare a Simo, la mia metà perfetta in formato femmina, perché sappia sorreggere i suoi sguardi fieri, le lacrime soffocate, i suoi momenti di pazzia, i suoi silenzi, le sue risate folli, perché io sarei così proprio come lei. Ma te la immagini. Babbo Natale, mentre si alza nel suo ufficio, si accende una sigaretta e si avvicina alla finestra che da sulla strada, mentre triste ed in silenzio cerca di sfollare la sua mente dai miei pensieri, la immagini mentre cammina lentamente tra le sue cose, e sfiora i miei occhi lontani, regalagli il mio angelo perché non la faccia sentire sola? mai più sola?. Perché le nostre anime possano diventare una sola?.

Ed ora caro Babbo Natale ti chiedo una cosa l?ultima cosa, ?. Un attimo di felicità?..

Baijo africano?.

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

la mia rabbia…

6 Dicembre 2005 1 commento

stasera la mia rabbia intensa, ancora più forte che mai…
ho ricevuto una nuova telefonata i medici dicono che le condizioni non migliorano, e questo è preoccupante, la trasferiranno in terapia intensiva…

cazzo Micky ti conviene scappare finchè vivi, sarò il tuo incubo peggiore…

dedico questo post a Franci….

Ero bella e i tuoi capelli toccavano il cielo,
i tuoi occhi profondi come la mia notte,
le labbra quelle dolci ed intense,
e poi tutti gli attimi passati assieme…
Ti ho odiato sai,
di quell’odio profondo,
da quando non sei stata più la mia Fra’,
ambiziosa e senza scrupoli…
senza cuore proprio come me…
ho accetato la tua vita con lui….
ho accettato di fare un passo indietro
per la tua felicità…
ero triste e rabbioso …
ma mi bastava vederti sorridere…
ed il mio mondo si colorava
dei tuoi occhi del tuo cuore…

ieri, una chiamata dall’ospedale, corri Lu., Franci sta male, stavolta micky è andato giù pesante vero… stavolta non si è fermato, nè alle lacrime, ne al sangue…

Ti voglio bene Franci ha un pezzettino del mio cuore chiuso per sempre….

Ritorna in piedi, ritorna a sorridere, ritorna splendente…
ritorna la nostra Franci…

notte africana….

Categorie:Argomenti vari Tag:

i miei pensieri nella notte…

5 Dicembre 2005 1 commento

Salve mondo blog, oggi vi dedico i miei pensieri di questa notte, poco africana, molto polare, qui piove e forte….

… ho sognato ad occhi aperti
mentre i miei pensieri nella notte
correvano lontano in un mondo
che immaginavo solo io…
la mia pazzia era tutto,
le risa confuse,
le lacrime mai scese,
battiti di cuore rubati senza senso,
parole parole parole ,
la tele gridava forte,
due donne si baciano,
la stanza gira in un vortice sontuoso,
chiudo gli occhi e la luce si è spenta,
continua a girare tutto in questo maledetto silenzio,
ho la gola secca
provo ad alzare la testa per scendere,
è inutile tutto gira troppo velocemente,
non posso appoggiare i piedi a terra…
la terra non c’è
sotto di me tutto e vuoto…
provo a gridare,
voglio scacciare il mio malessere…
ma sono muto,
non ho voce…
che strana sensazione….
ed ora i miei pensieri nella notte…
corrono veloci…
sempre più forti ..

il mio cuore è tuo,
ora mentre il mio destino ha deciso di incrociarsi col tuo,
il mio cuore è tuo,
e ti chiedo se domani non dovessi cercarti cercarmi,
che giorno sarebbe,
sento il bisogno di te,
dei tuoi attimi,
della voce che sento mia,
ho bisogno dell’altra metà che credevamo non esistesse,
di quella parte di noi che solo noi conosciamo,
ed io sono una parte di te,
tu di me…
lascio la mia anima,
spero che stanotte corra assieme ai miei pensieri…
si appoggi sulla tua…
mentre i tuoi occhi riflettono la vita,
quella che vorrei…
senza lacrime,
solo risa quelle forti le tue…
le tua felicità…
il tuo essere femmina…
guerriera…
il tuo completarmi…
il tuo essere…

per sempre ….

notte africana…

baijo…..

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

vivere una favola…

29 Novembre 2005 2 commenti

questo titolo è una vecchia canzone di Vasco, l’ho rubato per dedicare questo post speciale al mio vampiro….

vivere una favola non è semplice, perchè mi hanno insegnato da bambino, che le favole sono vere solo a metà, ed il mio destino ha sempre voluto che l’altra metà sia stata cattiva da incubo. Mi sono portato dietro, negli anni, questa mezza verità che le favole sono vere soltanto a metà…
Oggi, con molta cautela e con molta saggezza sono certo che le favole esistono e che i personaggi sono veri…

La favola di Morgana ed il suo Vampiro.

sono diventato per caso una fata imbranata, mentre passeggiavo nel bosco solare dei blog, ho incontrato un vampiro, strano perchè loro vivono col buio, ma questo era speciale, era cattivo quanto me, ma dolce come nessuno sapeva. Si nascondeva nel buio delle pagine, tra le parole dei post, e dire che cercavo di cacciarlo via, per non ucciderlo come so fare solo io. Non ero ancora una fata, ero un guerriero in caccia di prede o forse solo un uomo in cerca di me stesso, ci fu un attimo di panico andò via il collegamento non leggevo più le mail, e ce ne era una del vampiro che mi spingeva ad aprirla, io non ho paura mai…. e così sono stato morso… fu un morso dolce, voluto fantastico…
Fu allora che mi trasformai in una fata imbranata e solo per lei oggi sono la fata Morgana…
Vivo per le ma la realtà è un po diversa, due vite, due cuori, due voci… e tanta passione, faccio i conti la sera col buoi della mia stanza quando il desiderio si fa forte, ed il freddo attaglia la mente….
ormai il vampiro conosce tutto di me, sa cosa penso prima che lofaccia io, ed io di lei…
Sicuramente siamo stati legati in qualche vita precedente…

ed oggi voglio dire al mi vampiro che mi piace e lo voglio gridare a tutti voi, perchè lo sappiate….

io amo il mio vampiro…

notte africana ragazzi…
le favole esistono….

baijo….

Categorie:Argomenti vari Tag: ,