Archivio

Archivio per la categoria ‘On the road’

Solo Senza te…

27 Luglio 2010 1 commento

Buon pomeriggio,

vi lascio le sensazioni di oggi una malinconia amarezza….

 

baijo dolce..

 

SOLO SENZA TE…

 

Tutto è vuoto quando non ci sei

e io mi sento solo senza te…

non te lo dico…sono orgoglioso

ma l’orgoglio non paga

e allora eccomi a dirti

mi sento solo senza te…

Che succede?

Perchè non parliamo più?

Sento che ti stai allontanando

e il cuore sanguina al pensiero

non vuole perderti

e io mi sento solo senza te ..

Da una malattia si guarisce

tu combatti per me

non voglio perdere

chi conosce tutti i segreti del mio cuore

mi sentirei solo senza te

Categorie:On the road, Viaggi Tag:

NON A CASO….

8 Marzo 2007 1 commento

… non a caso lascio una traccia proprio oggi… questo post ha un sottotitolo, LA DOVE VOLANO GLI ANGELI…. lo dedico per due ragioni a due persone diverse….

mi presento sono CHICCO, qlc mi conosce già per vie traverse, altri mi conosceranno con un po di tempo, da oggi sarò io la mano di pensieri e parole … del seguito di qst post….

non mi sovrappongo ad ultijmo ne voglio cancellarlo….

non a caso scrivo oggi, per lui e per tutte le parole che non è riuscito più a dire in qst periodo di silenzio, e tutte le parole che non potrà più dire… sarà un angelo tra gli angeli…

una sera di tanti giorni da dimenticare, una nuova corsa in moto tra tanto dolore, uan telefonata internazionale, dall’Italia cercano mio padre MEMO, un lungo silenzio, il suo pianto, decidiamo di partire…

neanche una parola, un viaggio senza parole, un viaggio lungo tutto il silenzio…. arrivati a Napoli…
lo spettacolo, lo strazio, il destino, la vita il dolore….

oggi il risveglio….

e domani….

sarà un nuovo giorno…

che la luna sia africana per tutti…

Categorie:On the road Tag:

Un altro giorno

15 Maggio 2006 3 commenti

Salve ragazzi, quanto tempo che non sentivo il ticchettio della tastiera, per poter scrivere un post, quattrro mesi di silenzio, quanto tempo e quante emozioni sono passate…
ma rieccomi con la solita voglia… quella della mia vita….

un altro giorno,
oggi vorrei fosse un altro giorno
per dimenticare tutto e ricominciare,
vorrei non fosse tramontato il sole,
vorrei non aver sentito quella voce,
vorrei non aver composto quel numero
vorrei non aver scelto quella camicia,
quel profumo quel modo strano di salutare…
vorrei fosse un altro giorno,
uno qualsiasi,
di quelli normalmente apatici,
di quelli spesso senza senso,
ma con la vogli di ascoltare la voce di Simo,
la sua risata,
vorrei fosse diverso su tutto…
ed invece è un giorno da odissea,
è un giorno da corsia,
è un giorno da sirena,
da lampeggiante,
da paura,
da voglia di ridere ….
un giorno di dolore
un giorno di speranza
un giorno del mondo….

ed ora la mia buonanotte africana,
mentre il sole caldo cala le sue palpebre infuocate lasciando posto ai rumore ad ai suoni del deserto,
vi auguro la più dolce delle notti….
perchè ogni vita è un dono da amare….

baijo guerriero…..

Lu.

Categorie:On the road Tag: ,

la mia anima nei tuoi occhi…

25 Gennaio 2006 1 commento

Mi manchi, troppo per come sono fatto io, mi manchi tra le mie cose, tra l’essenziale della mia vita, ed oggi vorrei che la notte fosse magica, di una magia irripetibile, vorrei chiudere per un attimo gli occhi, immergermi in un profumo dolce come il tuo, e riaprirli solamente quando il mondo fosse finito, perchè così sarei sicuro di averti vissuto per l’eternità….
per i miei sogni, per il mio volerti….
sono così nostalgico e silenzioso, solare e scontroso, sono giorno e notte assieme, la chiarezza ed il buoi, mi sciolgo alla tua voce, poi mi indurisco alla vita che gira a puttane….
riesco a disfare ed a creare il mio mondo come mi piace e disfarlo ancora…
e non ho più paura….
ed ora ti voglio…
nella magia di questa notte fare l’amore…..
voglio la tua voce dentro me, mentre mi tocchi l’anima, ed io metto i la mia anima nei tuoi occhi, mentre il tempo passa e scorre verso una vita che voglio fermare, carezzare sfiorare, ma vivermi con te…
ed ora vorrei le tue mani su di me, mentre l’anima mia nei tuoi occhi mi dice che ora è il tempo giusto per amare e farmi amare….
vorrei sentire le cose che non ho più sentito…
nessun paragone nessun ricordo solo il presente io e te…
soli col tramonto, soli nella parte più dolce soli… in questo mare di vita, e mentre mi scorri dentro nel mio sangue, alternando ogni mio battito ad una tua passione, ti chiedo….
stringimi forte….

magica notte africana….

Lu.

Categorie:On the road Tag: , ,

arriva… la notte….

23 Gennaio 2006 1 commento

Guardo fisso fuori da questa stanza, il cielo si è ormai imbrunito, da qui si vedono i gabbiani volare, ma il mare è lontano kilometri, molte nubi ricoprono lo scenario dei colori, la periferia si è racchiusa in se stessa, fa freddo, il vento piega gli alberi, alza le foglie?
Ma fa più freddo senza di te, gli sguardi mancati sono come ghiaccio sulla pelle, calda di noi, guardo le mie mani spaccate e brutte, ho colpito troppo forte quel sacco come sfogo, con tutta la rabbia che mi porto dentro, con tutta la vita che vorrei fare esplodere?
Con l?odio di sempre, ora sto tornado ad essere cattivo, ma non con te, non potrei non ci riuscirei?
Dovrei piegarmi all?amarezza di ogni giorno, che ne dici? Solo per non affrontare la paura di perderti?…
Non ci sto, non voglio starci, tranquilla non vedrai le mie lacrime uscire, non posso versarne altre, quelle che avevo, quelle che mi erano state concesse per questa vita le ho versate tutte dodici anni fa, ora ho solo un po? di rabbia da sbollire, un po? di freddo da smaltire, e riscaldare il mio cuore?
Non ho indossato la corazza, non mi sono chiuso come un riccio, non ti ho fatto scappare, a modo mio, con le parole che non riesco a dirti, con i silenzi, ti chiedo aiuto?
Assurdo, ma vero, ti chiedo di stringermi forte, di starmi vicino, di guardarmi fisso negli occhi, ti chiedo di me? nessuno crederebbe alle mie parole, io che non permetto di dirmi cosa fare, di dirmi cosa fare, ti chiedo di continuare a scaldare il mio cuore?
Pazzo, nostalgico, duro, freddo e silenzioso, il mio cuore?
Ma ora il nostro mondo è già diviso, domani un altro sole proverà a riscaldarci, ti cercherò per sapere come stai, ed il tuo buongiorno sarà la mia aria, ed ora la notte sarà meno fredda, più silenziosa ma meno fredda?
Che il mio dio stanotte esaudisca la mia preghiera africana?

Notte guerriera?..

Categorie:On the road Tag: ,

Buonanotte

9 Dicembre 2005 2 commenti

ed ora la mia buonanotte, tu la leggerai domattina come tutti i giorni, hai ormai spento il nostro mondo, ma non i nostri pensieri, basta poco per sentirci lontani, tu hai un’altra vita da vivere, un’altra fata che ha le sue speranze in te, un altro uomo che ama i tuoi occhi forse più di me….

e poi ci sono io, nessuna domanda, poche risposte, un mondo di parole, e le nostre voci, le cosa che entrambi sappiamo senza avercele dette mai, ed i nostri sogni, e la voglia di prenderci, rapirci, averci l’un l’altra, amarci, ma senza mezzi termini…

siamo l’una la copia esatta dell’altro, stesse passioni, stesse speranze, stesso modo di vivere….

ed io vorrei una figlia femmina come te, e tu un figlio da me, a dividerci oggi km di passioni mai vissute, km di vite mai avute,

e gia ti immagino stasera mentre guidi verso casa, con la smania della mia voce la nostra canzone che ti parla e la testa verso i miei pensieri,
mentre io guido forte veloce, per ritornare nel mio silenzio ad aspettare e sperare che la notte passi presto e lasci il passo ad un sole un pochino più caldo, sperando, e non vivendo si speranza, di sentirti almeno per non impazzire, per non morire di quel dolce dolore del tuo cuore, senza mai pensare un’altra mano nella tua, un’altra bocca sulla tua, un’altro corpo che ti sfiora….

e sono immerso in questa storia che sembra impossibile, ma tu ci sei e vorrei rapirti per poi combattere contro quel futuro che sarà devastante, perchè dopo di noi ci sarà il nulla…

nessun altra vita dopo di noi….

ed ora ti amo più che mai….

sai dove trovarmi vero?….
da quella parte del tromanto che solo io e solo tu conosci….
quella più dolce….

buonanotte,
che questa notte sia diversa dalle altre,
non sia insonne,
non sia bastarda,
non sia cattiva,
non sia….

perchè so che domani sarà…. dolce con te….

Categorie:On the road Tag:

io in silenzio…. per Memo

3 Ottobre 2005 3 commenti

… era da un po che non postavo, e restaavo in silenzio, in questi giorni lunghi a dore il vero, ho scelto il silenzio per restare fermo in bilico sull’equilibrio instabile del mio cuore…
fermo ad ascoltare o meglio a leggere un’anima… con tutte le cose che avrei da raccontare…
oggi sono solo, mi manca Memo che è andato via….
voglio ricordarlo … con le parole con cui mi ha lasciato….

… Lu. io vado via, ti ho chiesto mille volte di seguirmi, ma non vuoi, io non ci sarò stavolta non posso esserci, non ci sarà più la mano forte a cui ti aggrappavi, quella che ti menava nei giorni neri, la mano che cercavi quando restavi solo in casa, non c’è più la famiglia… quella che sentivi un po tua… io non ci sarò… ora sei forte molto forte, da sopravvivere da solo, non ci sarà più la tua ombra, non ci saranno le ore intere a chiacchierare, non ci saranno le nottate sul terrazzo a ridere, non ci sarai tu tra le mie cose, per i miei figli, non ci sarai … ed io sono un po più forte per sopravvivere… ora la scio una piccola parte di me… lascio te da solo… con il rancore di un padre, di un fratello, di un figlio… ciao Lu…

e non mi ha nemmeno abbracciato o dato la mano siè voltato e via…
voglio risporderti ora Memo… so che ogni tanto sbirci tra i blog… e sento il tuo rancore forte..

… sai che penso… ? vuoi saperlo? ti sei girato e sei andato via, per nascondere quelle lacrime che io forse non avrei retto, per questo sei un grande, penso contrariamente a te che hai spezzato quel filone o cordone che ci legava proprio nel momento in cui hai creduto necessario, quando mi hai visto forte di questa vita…. io la devo a te, per sempre, per tutte le volte che mi hai tirato fuori dai casini, mi hai ascoltato, abbracciato, menato, sgridato… non mi sento nè tradito nè abbandonato, e questo forse è il grande rancore tuo… non hai girato le spalle per lasciarmi… sei solo andato nella direzione in cui tu volevi… e mia hai lasciato la via aperta, ma stavolta col senno di un uomo…
Memo oggi ti abbraccio io per sempre, per tutto quello che mi hai insegnato, per come sei…
le mie parole non sono e non saranno nulla… la mia riconoscenza e la mia anima … quelle saranno per sempre colme del tuo immenso…
Memo io ci sarò sempre….come tu sei stato per me….
Non ci saranno giorni in cui non pregherò il mio dio per te e la tua famiglia, non ci saranno giorni in cui non penserò a noi… non ci saranno giorni se non ci saremo noi…

ti lascio amico mio… con il nostro saluto africano… e tutte le sere manterrai la nostra promessa come me…

ogni tramonto sarà il nostro…

baijo africano…. siempre…..

Categorie:On the road Tag: ,

… con la luce del cuore….

30 Agosto 2005 1 commento

…scappando col respiro affannoso, sudato, da un sogno ricorrente, che caratterizzava le sue notti africane, ha urlato anche contro la luna, mentre la spalla gli procurava un dolore fortissimo, Yuru accudiva lui ed i suoi fratelli, in una notte di delirio assoluto, molte frasi sconnesse la paura ed il cuore che gli batteva forte quasi ad uscirgli fuori dal petto…
… la febbre altissima, si agitava, si dibatteva, i medici erano tutti intorno cercavano un rimedio ad una improvvisa e sconosciuta malattia, tutto nero incomincia una breve e leggera pioggia, poi il vento ed il deserto che urla impetuoso il suo nome… Padre G. al suo capezzale, forte come uomo mentre pregava il proprio ed il suo dio… sempre più agitato sempre più dolorante… sempre più pericoloso… Paolo voleva tentare il trasporto in elicottero ma il tempo era troppo pericoloso… nessuna medicina, nessun rimedio…
Yuru, esce dalla stanza, corre verso la via scura illuminata solo dalla luce riflessa della luna, oscurata dalle nubi nere… la pioggia sempre più insistente, forte, pesante, man mano tutti corrono ad arginare l’acqua ed il fango, Padre G. rimane solo con le sue preghiere… passano ancora gli istanti di delirio di paura, le sue urla si levano al cielo, sempre più forti, non c’è forza che tenga…
Yuru arriva, è tornata bagnata, completamente bagnata, con lei un vecchio canuto dai capelli bianchi bagnato, vestito strano, molto strano, ha in mano qualcosa sembra un scettro, o forse un bastone, lo guarda intensamente in silenzio… balbetta qualcosa…
Yuru ci accompagna fuori, restano soli, in quella stanza fredda col tetto di paglia… una luce improvvisa si vede nella finestra…
Il resto è una storia che non conosco…
Miky

… il resto è la mia storia, ho visto mentre quel guru mi ha toccato il cuore con le mani mi ha tolto il mio dolore col suo calore, mi guardava negli occhi, era il mio guru, ho visto il mio cuore nelle sue mani pulsare eppure io ero vivo e cosciente, poi una luce e mi sono svegliato di colpo, ero solo nella stanza con una scritta sul cuore, la traduzione diceva più o meno, … ora è cominciata la tua vita …
So per certo che ha scacciato qualcosa di pericoloso e di forte, di malvagio e di pauroso da mio cuore, ricordo solo che tutto girava come uno sciame di insetti la stanza era invasa da uno strano colore e da forti scosse di freddo, ho rivisto per un attimo Ivana, mia madre… e la mia forza… una forza sconosciuta….

vi lascio col solito saluto

baijo africano sempre

Categorie:On the road Tag: ,

…sulla mia veloce strada….

5 Agosto 2005 5 commenti

Salve a tutti ragazzi di corsa verso una strada di pensieri e dolci sensazioni, riaffioro nel mondo del blog con un saluto, dedicato a tutti voi, nei giorni d’Africa mentre cercavo me stesso e donavo di pari forza il mio essere così ribelle, ho dato una nuova vita alla mia anima…
Sto bene, per uttti voi, un po ammaccato, forse deluso, innamorato, solare, sorridente ma senza paura… sto bene oggi mentre mi trovo a Tunisi in un caffè e sorseggio il miop the verde alla menta… tra un po riparto destinazione Algeri, sarà duro anche questo viaggio…
Qualche giorno fa ho barattato delle vecchie scarpe da ginnastica per un po di acqua, ci sono stati momenti terrificanti ma oggi sono vivo anche per voi…
Un attimo ancora e poi dovrò correre via… mi mancate tutti… di cuore… stavolta l’Africa rapirà i miei occhi, nei giorni lontani…
ed ogni sguardo di intenso e di immenso sarà anche per voi…
Un abbraccio nero e magico…

baijo africano sempre…….

Categorie:On the road Tag: , ,

….quanto mi manchi…

27 Giugno 2005 4 commenti

…oggi sulla strada del mio ritorno, o forse del mio non ritorno da questo viaggio intriso di uno spettacolare sole, bagnato da uno dei ricordi più dolci ed estremi che abbia mai avuto, mi accorgo quanto mi manchi, quanto mi sono mancate le tue mani, ed ora la tua voce… cosa darei per rivivere un attimo della tua voce… non sono affatto triste, ma guerriero di un mondo che sempre di più mi è appartenuto, e lontano da una vita che continua incessantemente a cercarmi, è una strana indescrivibile sensazione di onnipotenza ma realmente povera della tua anima…
ora darei qualsiasi cosa per vivermi questi momenti abbracciati a te e per sempre in te… sarei sicuramente il doppio passo della tua strada… e noi stretti a ballare di un tango dalle melodie africane e dalle movenze dolci… e saremmo incomprensibili per questo mondo che da tanto ci appartiente e ci adotta come suoi figli di una vita immaginaria e minore…. mi manchi e non ci sei… ed ora che tutto mi brucia dentro senza rimorsi ma con la gioia che non riesco a farmi esplodere… e vorrei che tutto ciò che penso prenda voce e gioia per arrivare a te… mi manchi… tanto…. troppo…

ciao mondo blog ho scritto queste righe stanotte mentre il mondo dormiva e la luna splendente più che mai sorrideva alla mia pazzia…
questo post lo dedico a Mari, a Stellina, a Carla, a Cli, a Dany….e a tutti voi…

un abbraccio africano….

baijo……

Categorie:On the road Tag: ,